Onorevole Avv. Rossana Cannata

Comunicati Stampa 2020

On. Rossana Cannata: “Fari puntati sulla sicurezza della viabilità nella zona Sud della provincia di Siracusa”

Siracusa, 5 giugno 2020 – I fari della Regione puntati sulla viabilità della zona Sud siracusana. Con l’obiettivo di riaprire al transito o rendere più agevole la viabilità in diverse arterie di questa porzione di territorio. Lo rende noto Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, sin dal suo insediamento al lavoro per ripristinare un comparto stradale provinciale che non esitava a definire “in stato di abbandono”.

Un’attività, quella dell’on. Rossana Cannata, portata avanti in sinergia con l’assessorato regionale delle Infrastrutture, che non ha tardato a dare i suoi frutti. “Procede – spiega la componente della commissione regionale Attività produttive – l’iter per la definizione della progettualità relativa alla Sp 26 Pachino-Rosolini, dove purtroppo si sono verificati tanti incidenti anche mortali. Terminati il rilievo topografico e lo studio idraulico, si stanno adesso effettuando delle migliorie progettuali, in particolar modo sotto il profilo idrogeologico e che riguardano la regimentazione delle acque meteoriche. Quindi si potrà consentire l’affidamento dei lavori. E considerato che gli interventi sulla Sp 26 sono stati inseriti in accordo quadro, si ridurranno notevolmente i tempi di aggiudicazione rispetto alla procedura ordinaria di gara secondo il codice degli appalti”. 

Buone notizie anche sul fronte della SP 64 Noto – Fiumara – Noto Antica – Testa dell’Acqua. “Un’arteria interdetta al transito dei mezzi pesanti dopo una delle ultime ondate di maltempo – rileva la vicepresidente della commissione regionale Antimafia – eppure estremamente importante non solo per i residenti ma anche per i lavoratori che si recano in questa zona dove si trovano diverse aziende agricole. Proprio per questo, subito dopo il nubifragio mi ero attivata effettuando un sopralluogo con l’Ufficio Viabilità del Libero Consorzio comunale e l’assessorato regionale delle Infrastrutture, in modo da poter verificare lo stato dei luoghi e incidere sugli interventi da ottenere con somma urgenza. Così, definita la progettualità per il ripristino della viabilità, la giunta regionale, ieri sera, su proposta dell’assessore regionale delle Infrastrutture, Marco Falcone, ha deliberato un finanziamento di 100 mila euro per il ripristino della strada fortemente danneggiata dal maltempo”.

Il deputato regionale aggiunge: “Sono inoltre prossimi, all’aggiudicazione di gara, i lavori di pulizia e ripristino degli alvei dei fiumi Asinaro e Anapo e della Saia Randeci, in modo da non provocare ulteriori danni nelle strade circostanti con il sopraggiungere della stagione delle piogge. Si procede, quindi, all’avvio di interventi attesi da tempo e indispensabili per una viabilità sicura e priva di disagi”.

On. Rossana Cannata (FdI): “Avviati i lavori per ripristinare l’illuminazione negli svincoli autostradali di Cassibile, Avola, Noto e Rosolini”

Siracusa, 28 maggio 2020 – “Sicurezza in primo piano negli svincoli autostradali di Cassibile, Avola, Noto e Rosolini”. Così Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, che spiega: “Come avevo annunciato lo scorso febbraio, sono stati avviati i lavori per ripristinare l’illuminazione nelle 4 uscite autostradali in questione. Da ieri sera è tornata la luce nel piazzale di Avola, terminati i lavori anche nello svincolo di Rosolini, mentre in quelli di Cassibile e di Noto si sta procedendo con gli interventi di sostituzione sui cavidotti”.

La componente della commissione regionale Attività produttive aggiunge: “I lavori nel frattempo continuano e prevedono anche il ripristino sui semafori e l’illuminazione delle corsie in entrata e in uscita dai caselli. Ma intanto il Cas, di concerto con l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, ha voluto avviare questi interventi in emergenza per dare una prima risposta al territorio. Sulla problematica avevo presentato anche un’interrogazione parlamentare, in cui si invocava il necessario ripristino per garantire maggiore sicurezza per gli automobilisti, messa a rischio dalla mancata illuminazione causata dai furti di rame”.

On. Rossana Cannata: “Autostrada Siracusa-Gela, a luglio apertura dello svincolo di Rosolini ed entro ottobre sarà la volta del tratto stradale fino ad Ispica”

Siracusa, 22 maggio 2020 – Sopralluogo sulla Sp 19 e sul cantiere della Siracusa-Gela nel tratto autostradale Rosolini-Ispica.

L’on. Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, stamattina ha partecipato a un appuntamento strategico per la viabilità siracusana alla presenza del presidente della Regione, Nello Musumeci, e dell’assessore regionale delle Infrastrutture, Marco Falcone.  

“Quella di oggi è stata una giornata importante – spiega la componente della commissione Attività produttive – per riscontrare sulla Sp 19 il regolare transito sulla bretella e sul tratto che permette di raggiungere Noto, Pachino e Portopalo in tempi ancora più brevi, ma soprattutto per rivolgere massima attenzione sull’opera Siracusa-Gela”.

Ed infatti, “nel corso del sopralluogo sul cantiere della Siracusa-Gela, nel tratto autostradale Rosolini- Ispica – spiega la vicepresidente della Commissione Antimafia – è stato possibile avere contezza dell’avanzamento dei lavori tenendo conto del rallentamento del cronoprogramma subito a causa del lockdown. A luglio si prevede l’apertura dello svincolo di Rosolini e successivamente, tra settembre e ottobre, la fruizione pubblica di circa 10 km del tratto autostradale fino allo svincolo di Ispica, per poi il cantiere proseguire fino a Modica”.

L’on. Rossana Cannata conclude: “Ancora una volta grande attenzione per il territorio siracusano e la sua viabilità con la partecipazione oggi anche del presidente sullo stato di ripresa e avanzamento dei lavori sulla Siracusa Gela, uno dei cantieri più grandi del Sud Italia. Una infrastruttura strategica per la provincia, su cui ho puntato l’attenzione sin dal mio insediamento, in termini non solo di agevole collegamento viario ma di indotto economico e sviluppo turistico che questa rete viaria  porta al nostro territorio”.

On. Rossana Cannata: “Implementare i servizi sanitari e concentrare i Covid-center”

Siracusa, 21 maggio 2020 – “Occorre restituire ad Augusta l’ospedale nella sua interezza con i reparti di Medicina e di Chirurgia e iniziare la fase di dismissione del Covid center del Muscatello. A Noto si proceda contestualmente con il graduale ripristino dei reparti di Geriatria e Lungodegenza”.

Lo chiede l’on. Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, che evidenzia come “il sistema sanitario regionale abbia retto alla diffusione del Covid-19. E mentre ci si avvia alla fase della ripartenza economica – aggiunge la componente della Commissione regionale Attività produttive – è giusto che anche la sanità torni gradualmente ad avere le strutture ospedaliere funzionali nell’interezza dei reparti”.

La vicepresidente della Commissione regionale Antimafia continua: “Il virus purtroppo non è ancora sparito ma i numeri ci dicono che a Siracusa, come nel resto della Regione, è in ritirata. Le postazioni Covid, che in base ai criteri scientifici rapportati alla popolazione dovrebbero essere un centinaio, potrebbero quindi essere collocate nel padiglione allestito a Siracusa, individuato proprio per questa patologia ma anche su Noto, consentendo comunque anche il ripristino dei reparti di Geriatria e Lungodegenza nonché l’avvio dei servizi da implementare secondo le disposizioni della rete e la partecipazione dei privati. Così come su Siracusa occorre procedere a riallocare il reparto di Oncologia e su Avola proseguire il graduale processo di rifunzionalizzazione che già ha consentito l’apertura del reparto di Pediatria, così come, appunto, negli altri presidi”.

L’on. Rossana Cannata aggiunge: “A breve, l’assessore regionale della Salute diramerà le linee guida regionali con l’apertura dei presidi ambulatoriali prevista dal 25 maggio. La sanità regionale deve uscire rafforzata dopo questa fase di emergenza e, di conseguenza, tutti gli ospedali della provincia devono poter contare sull’implementazione di servizi sanitari e risorse umane necessarie per garantire cure di qualità nella sua totalità. È questo l’unico obiettivo che deve continuare a perseguire la sanità siciliana che non può e non deve identificarsi con chi si macchia di gravi reati”.

L’on. Rossana Cannata fa riferimento all’ultimo episodio di corruzione che ha coinvolto la sanità in Sicilia. “Una vicenda che merita la massima attenzione – conclude la vicepresidente della Commissione Antimafia – per continuare con fermezza, da parte della Regione, l’azione di contrasto e prevenzione della corruzione nei bandi di gara di sanità e in qualsiasi altra procedura e settore che possa prestarsi a deviazioni anomale”. 

On. Rossana Cannata: “Dalla Regione sostegno economico ai Parchi acquatici siciliani”

Palermo, 20 maggio 2020 – La Regione siciliana tende una mano a un altro dei settori che il Covid-19 rischia di mettere in ginocchio, quello dei parchi acquatici di divertimento. Lo rende noto Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, la quale ha lavorato in sinergia con l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, per trovare una soluzione a sostegno dei Parchi acquatici per far fronte ai danni economici e alle difficoltà incontrate in questa fase di riavvio.

“Stamattina, in III Commissione-Attività produttive – spiega l’on. Rossana Cannata – si è tenuta l’audizione dell’assessore regionale alle attività produttive e dell’assessore al Turismo alla presenza di alcuni rappresentanti dei parchi acquatici siciliani, tra cui l’Aretusa Park di Siracusa. Sulla scorta delle segnalazioni ricevute dalla categoria, ho evidenziato agli assessori presenti la necessità di individuare il comparto fin da subito quale destinatario degli interventi già previsti nell’ultima finanziaria. Su questo fronte l’assessore regionale al Turismo ha assicurato che la categoria sarà inclusa all’interno del fondo di 75 milioni di euro destinato a dare ossigeno alle attività turistiche. Nello specifico, sono stati previsti due milioni e mezzo di euro (che è il fabbisogno di sostegno calcolato al minimo, dal Comitato Parchi permanenti siciliani, per superare la stagionalità) che verranno erogati mediante acquisto anticipato dei biglietti. Inoltre – aggiunge la componente della Commissione regionale Attività produttive – c’è l’impegno a garantire maggiore attenzione verso queste strutture turistiche, importante fonte di sostentamento non solo per centinaia di lavoratori impiegati ogni anno nella stagione estiva ma che consentono un sano divertimento e distrazione alle famiglie creando un indotto strategico”. 

On. Rossana Cannata: “Consolidamento del ponte sul fiume Cassibile, affidati i lavori”

Siracusa, 16 maggio 2020 – “Consolidamento del ponte sul fiume Cassibile, affidati i lavori che partiranno a breve, con ogni probabilità alla fine del mese di maggio”. Lo annuncia Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, che aggiunge: “Come avevo già annunciato a inizio anno, l’opera è stata inserita in accordo quadro, una condizione, questa, che ha permesso di semplificare l’iter di affidamento con una riduzione dei tempi di aggiudicazione rispetto alla procedura ordinaria di gara secondo il codice degli appalti”. 

La vicepresidente della commissione regionale Antimafia continua: “In questi giorni ho avuto modo di parlare con il responsabile della struttura territoriale Sicilia dell’Anas e anche con l’assessore regionale alle Infrastrutture sui passi avanti effettuati nell’iter di ripristino del ponte in questione. Ebbene, dopo la conclusione dell’approvazione tecnica definitiva del progetto, si è proceduto, tramite accordo quadro appunto, all’individuazione della ditta che dovrà occuparsi dei lavori. L’affidamento è stato comunicato all’impresa che adesso dovrà trasmettere la documentazione tecnica per l’avvio del cantiere, quali il Piano operativo di sicurezza, polizze. Dopodiché si potranno consegnare i lavori”. 

L’on. Rossana Cannata, che segue la vicenda da tempo e su cui ha presentato anche un’interrogazione, conclude: “In questa fase di emergenza sanitaria anche i cantieri hanno subito uno stop o comunque un rallentamento. Ma si è comunque proceduto alla pianificazione di tempi e modi di apertura di diversi cantieri, tra cui quello del ponte sul fiume Cassibile che sarà avviato presto. Un’importante infrastruttura per la viabilità turistica oltre che per molti residenti della provincia e per i proprietari e i lavoratori delle campagne di questa porzione di territorio, i quali meritano una viabilità più agevole ma soprattutto sicura”.

Bullismo, cyberbullismo, cyberpedofilia e sexting: in V Commissione il Ddl dell’on. Rossana Cannata

Palermo, 13 maggio 2020 – “Bambini e adolescenti dimenticati. Sono infatti loro gli ultimi, quelli che le misure per contenere la diffusione del Covid-19 sembrano aver abbandonato. Privati della scuola e delle varie attività sportive o musicali, i più piccoli, mai come in questo periodo di lockdown, hanno corso il rischio di rimanere vittime della rete. Perciò sono particolarmente soddisfatta che stamattina, in V Commissione Cultura, formazione e lavoro, sia stato trattato il mio Ddl sui minori, sulle forme e condizioni di disagio adolescenziale e giovanile e, in particolare, sulle misure di prevenzione e contrasto a bullismo, cyberbullismo, cyberpedofilia e sexting, assieme ad altri Ddl che si occupano di questi fenomeni”.

Le norme dell’on. Rossana Cannata, approvate e contenute nel testo riguardano l’istituzione della “Giornata regionale di educazione all’utilizzo informato e consapevole dei nuovi media, dei social network e del web” da celebrarsi, ogni anno, il primo lunedì del mese di ottobre. 

La vicepresidente della Commissione regionale Antimafia ha inoltre fortemente voluto che il Ddl si occupasse non solo di bullismo e cyberbullismo ma anche di cyberpedofilia e sexting e che ad occuparsi del fenomeno all’interno della Consulta siano le associazioni di solidarietà familiare, con la partecipazione ai lavori degli ordini professionali nelle competenze pedagogiche, sociologiche,  psicologiche, pedagogiche.

Porta la firma dell’on. Rossana Cannata anche l’articolo del Ddl che prevede l’istituzione di un ambulatorio dedicato alla prevenzione e al contrasto di bullismo, cyberbullismo, sexting, cyberpedofilia. Le Asp, in collaborazioni con associazioni di solidarietà familiare, attiveranno, nei consultori familiari di competenza, un ambulatorio per l’ascolto, il riconoscimento precoce e il trattamento della sofferenza psicologica dei minori vittime di tali fenomeni. Saranno inoltre promosse iniziative di prevenzione in collaborazione con amministrazioni comunali, forze dell’ordine, istituzioni scolastiche, organizzazioni del terzo settore, associazioni sportive e ordini professionali. Si prevede, infine, l’attivazione di sportelli anche telematici, in grado di garantire l’anonimato, nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

La deputata regionale Rossana Cannata commenta: “L’attenzione sul mondo dell’infanzia, sui pericoli, i disagi e i problemi che riguardano i bambini e gli adolescenti non è mai abbastanza. E mai bisogna abbassare la guardia su fenomeni pericolosissimi per i minori che meritano solo azioni e messaggi di amore. Per questo ho presentato il Ddl che ha come obiettivo principale quello di incrementare la sinergia con le istituzioni a ogni livello, in modo da individuare precocemente il disagio minorile e giovanile e i segnali dei traumi e, di conseguenza, poter intervenire in maniera efficace. Adesso mi auguro che il testo al più presto approdi in Aula”.

On. Rossana Cannata (FdI): “Aperta stamattina la Sp 19percorribilità assicurata in entrambi i sensi di marcia”

Siracusa, 6 maggio 2020 – Apertura stamattina, alla presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, della bretella che collega la Sp Noto-Pachino all’autostrada Siracusa-Gela.

Un’infrastruttura di cui la deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, si è occupata sin dal suo insediamento “con l’obiettivo – spiega – di renderla fruibile nel minor tempo possibile”.

Dall’approvazione della variante, sollecitata sin dall’insediamento dall’on. Rossana Cannata, ai sopralluoghi nel cantiere per verificare l’avanzamento dei lavori, “costante è stato il monitoraggio che ho effettuato su questa arteria – spiega l’on. Rossana Cannata – fondamentale per la viabilità e per il sistema economico della zona Sud della provincia siracusana”. 

“Oggi – aggiunge la vicepresidente della commissione regionale Antimafia – non potevo quindi mancare a un momento che rappresenta il risultato di sforzi e impegno di una politica attenta alle esigenze del territorio”.

“Tra l’altro – spiega la deputata della circoscrizione siracusana – come ho già avuto modo di anticipare la scorsa settimana, da stamattina la percorribilità è assicurata non a una sola corsia, come inizialmente previsto, ma in entrambi i sensi di marcia”.

L’on. Rossana Cannata conclude: “Nel frattempo si continua, con impegno incessante, a monitorare tutta la viabilità siracusana, affinché le incompiute si tramutino in un sistema viario efficiente, un punto cruciale indispensabile per lo sviluppo, la crescita e la sicurezza del territorio”.

On. Rossana Cannata: “Sì a fondi ai Comuni e agli operatori economici”

Palermo, 1 maggio 2020 – Approvato oggi, in Sala d’Ercole, l’articolo 9 della finanziaria che prevede l’istituzione di un Fondo perequativo, con una dotazione di 300 milioni derivanti anche dai fondi Poc 2014/2020, per i Comuni della Regione. Lo annuncia la deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, la quale spiega: “Il fondo è destinato, in via prioritaria, a compensare le minori entrate dei Comuni che dispongono l’esenzione o la riduzione di tributi locali dovuti da operatori economici, prioritariamente alberghi e strutture ricettive, nonché per le concessioni di suolo pubblico destinate all’esercizio di bar, ristoranti e attività turistiche. Ma anche dei Comuni che dispongono l’esenzione o la riduzione di tributi locali e canoni di utilizzo dovuti da operatori economici, enti e associazioni per l’utilizzo di immobili destinati a sale cinematografiche, teatri o per l’utilizzo di strutture e impianti sportivi e a quelli che concedono gratuitamente un aumento pari al 50% del suolo pubblico al fine di consentire il rispetto delle distanze derivante dalle misure di contenimento dell’emergenza Covid per il periodo in cui tali attività risultino sospese o soggette a limitazioni”.

La componente della commissione regionale Attività produttive aggiunge: “Previsto anche un emendamento, di cui sono co-firmataria, che ha consentito di ampliare la platea dei Comuni capoluogo di provincia, destinatari di un’apposita riserva, prevedendo l’inserimento di Siracusa oltre alle 3 città metropolitane. Inoltre è stata approvata una riserva per i Comuni che hanno avuto nel 2019 numerose presenze turistiche. Ciò si aggiunge al mio emendamento approvato già con l’art.1 che prevede una riserva per i Comuni in pre-dissesto e dissesto”.

Non solo. “Ho sostenuto anche un emendamento – continua l’on. Rossana Cannata, vicepresidente della commissione Antimafia – proposto dall’on. Claudio Fava, che destina una riserva al Comune di Siracusa per interventi di sanificazione, sicurezza sanitaria e ogni altra misura necessaria nelle aree della tendopoli di Cassibile su cui io ho puntato l’attenzione nei giorni scorsi”.

La deputata regionale della circoscrizione siracusana commenta: “Tutte le imprese, e soprattutto quelle del settore turistico e del suo indotto, hanno oggi bisogno di contributi reali e non solo di sospensioni e rinvii dei pagamenti. E in questa direzione i Comuni vanno sostenuti con adeguate risorse compensative per essere vicini ai bisogni della cittadinanza”.

On. Rossana Cannata: “Risposte certe per tutta la filiera turistica. Aiuto concreto alle imprese”

Siracusa, 16 aprile 2020 – “Condivido e sto sostenendo le iniziative dell’assessore al Turismo, Manlio Messina, che di comune visione con il governo, sta pianificando a sostegno del settore turistico. La finalità degli interventi è di mettere in campo liquidità per fare ripartire il settore e consentire ai viaggiatori di visitare la Sicilia a prezzi speciali, mobilitando, in particolare, un “turismo a casa nostra”. 

Così la deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, che spiega: “Proprio in questa fase, con l’avvicinarsi della stagione estiva e in una regione come la Sicilia, occorre sostenere il settore turistico per sperare in un primo, timido segnale di ripresa, di conseguenza, di tutta la filiera: dalle strutture di accoglienza e ricettive alle agenzie di viaggi, dai tour operator alle guide turistiche fino al trasporto e alla ristorazione. Affronteremo queste ed altre tematiche in Aula, all’interno della prossima legge di stabilità a cui andranno ad aggiungersi le forme di sostegno per tutte le imprese siciliane che in questo momento più che mai necessitano di risposte certe per programmare il futuro”. 

La componente della commissione regionale Attività produttive prosegue:  “Sono convinta che il turismo, uno dei comparti principali della Sicilia, con le sue coste e i suoi siti culturali e naturalistici incantevoli, debba essere uno dei primi a ripartire nel prossimo step. Proprio in questa direzione ritengo che un’importanza strategica vada attribuita alla prossima campagna mediatica e di promozione che dovrà coinvolgere tutti i settori del nostro turismo con un’operazione di marketing capillare in grado di rilanciare il marchio Sicilia agli occhi del mondo. Un altro punto fondamentale è poi quello di affiancare le imprese nel processo ormai incalzante di digitalizzazione. In questa fase ci si è, infatti, resi conto della necessità, per tutti i settori del comparto e non, di essere presenti in maniera più efficace sul web. Perciò – conclude l’on. Rossana Cannata – bisogna permettere alle aziende siciliane di investire di più in tecnologia. E per questo ho sollecitato l’intervento anche del governo regionale al fine di programmare iniziative e interventi in grado di avvicinare sempre più le realtà siciliane al mondo virtuale così da risultare competitive tecnologicamente con le aziende del Centro e Nord Europa”.

Rossana Cannata: “Collaborazione e senso di responsabilità da parte di tutti”

Siracusa, 8 aprile 2020  – “Collaborazione e senso di responsabilità da parte di tutti”. Lo dice Rossana Cannata, deputato regionale e vicepresidente della commissione Antimafia. “È dispiaciuto vedere come la nostra provincia sia stata protagonista tra i servizi nazionali di malasanità, nella trasmissione Report andata in onda lunedì 6. La morte del direttore Calogero Rizzuto, alla cui famiglia va ancora una volta la nostra vicinanza e solidarietà per la scomparsa prematura di una grande professionalità, ha suscitato sconcerto e comportato riflessioni sulla sanità siracusana. Ho discusso oggi a Palermo con l’assessore alla Salute Ruggero Razza richiedendo di continuare ad avere attenzione per il nostro territorio come ha fatto nei giorni scorsi con l’immediata istituzione del Covid team, al fine di fare chiarezza e riportare serenità tra le istituzioni e la cittadinanza e per fare luce sui fatti che sta vivendo la nostra provincia. L’Italia, da Nord a Sud, sta mostrando le carenze di una sanità poco o per nulla pronta a un’emergenza internazionale come quella in corso che, purtroppo, ha colto impreparati tutti i Paesi del mondo. Sono  dunque certa che il management dell’Asp saprà dare gli opportuni chiarimenti sulle misure messe in atto. La ricerca mediatica del capro espiatorio non può di certo portare luce sulla verità che sarà invece appurata dalle indagini interne oltre che dalla magistratura, pertanto ritengo che, oggi più che mai, con spirito di collaborazione e responsabilità, dobbiamo essere a sostegno della cittadinanza e di chi è in prima fila nell’affrontare questo difficile momento”.

Rossana Cannata (FdI): “Salvaguardiamo la nostra agricoltura: sosteniamo la filiera e le aziende con aiuti concreti all’occupazione”

Siracusa, 4 aprile 2020 – “Salvaguardiamo la nostra agricoltura: sosteniamo la filiera e le aziende con aiuti concreti all’occupazione”. Così i deputati del gruppo parlamentare Fratelli d’Italia all’Ars, Rossana Cannata, Elvira Amata, Gaetano Galvagno e Salvatore Lentini che plaudono alle proposte dell’on. Giorgia Meloni e propongono l’introduzione di misure straordinarie in supporto al comparto primario.

“Chiederemo anche al Governo regionale di intervenire con urgenza in sostegno delle nostre aziende agricole, notoriamente vittime della sproporzione tra i costi e i benefici cui sono sottoposti. Oggi più che mai si necessita di un’azione tesa a supportare i produttori siciliani” proseguono i parlamentari regionali.

“Abbiamo purtroppo verificato, in molti casi, la speculazione della GDO che come sempre colpisce i soggetti più deboli cioè produttori e consumatori e il Governo nazionale ha il dovere di difenderli e determinare azioni che li tutelino e non solo in questa fase emergenziale ma con azioni lungimiranti anche quando il prezzo degli ortaggi crolla.  L’aumento dei costi al dettaglio (cioè quello pagato dai consumatori) non è giustificato dall’aumento del costo di acquisto (cioè quello che viene pagato ai nostri produttori). Infatti in moltissimi casi il prezzo del prodotto all’ingrosso è identico a quello pagato ai produttori prima della crisi dovuta alla Covid-19. Già sul fronte nazionale, la nostra presidente Giorgia Meloni ha suggerito, con la presentazione di un emendamento al Cura Italia, la reintroduzione dei voucher almeno in questo periodo di emergenza e l’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza come manodopera per mantenere viva la nostra produzione. Inoltre riteniamo sia giusto, in questa difficile fase, prevedere l’accesso al credito per le aziende agricole senza interessi e con garanzia pubblica sugli affidamenti, in modo da garantire liquidità, nonché  prendere in considerazione ammortizzatori e ulteriori incentivi, quali la defiscalizzazione degli oneri previdenziali, a favore delle aziende che assumono per tutto il 2020. Ed ancora riteniamo sia di buonsenso oltre che un diritto, consentire a chi possiede terreni e coltiva a beneficio del soddisfacimento del proprio bisogno personale o familiare, di proseguire in questa attività senza limitazioni o disagi. Mai come adesso, la genuinità degli alimenti, il km0 e l’autosostentamento possono essere una risorsa importante. Consentiamo alle aziende agricole di poter produrre e ai privati cittadini di continuare a sfruttare i propri beni per il soddisfacimento dei bisogni alimentari primari”, concludono.

Sopralluogo sulla Sp 19 Noto-Pachino, l’on. Rossana Cannata: “I lavori procedono nonostante l’emergenza Coronavirus”

Siracusa, 2 aprile 2020 – La deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, stamattina ha partecipato al sopralluogo sulla Sp 19 Noto-Pachino insieme all’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

“Un intervento sui luoghi – ha spiegato la componente della Commissione regionale Attività produttive – per constatare l’attività e il proseguimento dei lavori nonostante l’allerta meteo della scorsa settimana e l’emergenza Coronavirus che implica dei rallentamenti nell’arrivo di alcune forniture”.

L’on. Rossana Cannata conclude: “Il cantiere sulla Sp 19 è uno dei pochi attivi con regolarità nonostante l’emergenza sanitaria, oltre che economica e sociale, in atto e il sopralluogo di stamattina dimostra, ancora una volta, la grande attenzione su questa arteria e su tutto il territorio coinvolto”. 

Rossana Cannata (FdI): «Violenza sulle donne, dalla Regione report di monitoraggio e stanziamento sul Fondo vittime di oltre 108 mila euro»

Siracusa, 1 aprile 2020 – «E’ un’emergenza nell’emergenza, quella della violenza sulle donne al tempo del Coronavirus. La chiusura forzata in casa, a stretto contatto con i propri aguzzini, rischia infatti di acuire un fenomeno che purtroppo, da Nord a Sud, non accenna a diminuire. E l’ultimo, tragico episodio di ieri, l’uccisione di una giovane donna da parte del compagno, nel Messinese, ne è la dolorosa testimonianza». 

Lo dice Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia, che spiega: «Proprio per prevenire e arginare il numero di simili tragedie, in un momento in cui per le donne risulta anche più difficile denunciare, perché strettamente controllate dai conviventi, la Regione si è subito messa al lavoro per tendere una mano alle vittime di violenza e stamani l’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro – Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali – ha reso nota una indagine conoscitiva svolta per verificare in questa fase emergenziale le modalità di svolgimento dei servizi prestati dagli enti gestori dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio che operano in Sicilia. Nel report sono indicati i dati e le informazioni, trasmesse da ciascuna struttura al servizio 5, sulle modalità messe in campo nel rispetto delle prescrizioni previste dai Dpcm sul contenimento del contagio da Coronavirus nonché dalle ordinanze emanate dalla presidenza della Regione o dai sindaci». 

L’on. Rossana Cannata aggiunge: «Ed ancora, il 30 marzo, sono stati pubblicati, dall’assessorato, i “Criteri e le modalità per l’accesso ai contributi di cui al Fondo per le vittime della violenza di genere e i loro familiari” in continuità con i precedenti avvisi e decreti dirigenziali. Si tratta, nello specifico, di oltre 108 mila euro destinati a supportare le donne vittime di violenza e i loro familiari, attraverso azioni di sostegno psicologico, sanitario, educativo e legale. I soggetti proponenti sono gli enti locali, attraverso i servizi sociali che hanno in carico donne o famiglie delle vittime di violenza oppure associazioni e cooperative sociali che gestiscono centri antiviolenza e case rifugio. Nel caso in cui le richieste dovessero eccedere l’importo previsto, si provvederà ad ulteriori dotazioni. Le istanze e la relativa documentazione dovranno essere avanzate esclusivamente tramite mail da indirizzare in apposita casella della Regione». 

La deputata della circoscrizione siracusana commenta: «In un momento in cui le preoccupazioni sanitarie ed economiche sono sicuramente tante, non possiamo permetterci di dimenticare la paura e il dolore silenziosi delle donne costrette a una convivenza quanto mai pericolosa. Ferite nel corpo e nell’anima, tante, troppe donne, in questi giorni, rischiano di pagare un prezzo troppo alto all’isolamento. Ma dobbiamo ricordare loro che, anche in questi giorni così difficili, non sono sole e che devono trovare il coraggio di denunciare perché gli strumenti per difenderle esistono».

On. Cannata (FdI): “Interventi economici per fronteggiare l’emergenza: la priorità sono gli aiuti per le famiglie e le imprese”

Siracusa, 1 aprile 2020 – Il gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia all’Ars tende una mano alle tante famiglie, imprese e lavoratori in difficoltà. E lo fa con un Ordine del giorno su “Interventi economici per fronteggiare l’emergenza Coronavirus-Covid19, misure per attenuare l’impatto sociale del blocco delle attività”. Lo rende noto la deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, la quale chiarisce: “L’ordine del giorno impegna il governo regionale a farsi promotore, presso il Governo nazionale, affinché questi si adoperi prontamente per la liquidazione dei crediti tributari, operazione che consentirebbe a imprese e professionisti di avere immediata liquidità; sollecitare l’approvazione di norme che consentano per un periodo, anche  limitato, agli enti locali delle deroghe alla possibilità di spesa, creando un apposito fondo, che permetta agli stessi di pagare l’enorme carico di debiti verso i fornitori e i professionisti, immettendo in tal modo liquidità; sostenere la cancellazione del pagamento dei canoni demaniali nonché difendere i fondi della programmazione europea, assegnati alla Sicilia, ancorché non impegnati, scongiurando il verificarsi dell’ipotesi di un utilizzo delle stesse per interventi su scala nazionale”.

Non solo. “Per quanto nelle proprie competenze – aggiunge la componente della Commissione regionale Attività produttive – l’Ordine del giorno di Fratelli d’Italia impegna il Governo regionale a individuare e porre in essere ulteriori misure a sostegno delle fasce più povere della popolazione siciliana per garantire alle famiglie disagiate aiuti economici  finalizzati al mantenimento dell’alloggio o per fronteggiare particolari necessità, quali il pagamento delle bollette e utenze varie. Rilanciare tutti i settori produttivi gravemente penalizzati dal blocco delle attività, attraverso l’immissione di liquidità per consentirne la ripartenza, anche procedendo alla sospensione dei canoni demaniali e di locazione e con interventi mirati di sostegno in conto capitale, attraverso una gestione affidata anche ad intermediari finanziari, procedendo altresì  a sbloccare l’erogazione dei finanziamenti Crias richiesti dagli artigiani, nonché a voler istituire, nel bilancio della Regione, un apposito fondo a cui le amministrazioni in dissesto, pre-dissesto, possano attingere, a titolo di anticipo, le somme per pagare i propri debiti nei confronti di fornitori, imprese, aziende e liberi professionisti. L’ordine del giorno impegna, ancora, il Governo regionale a prevedere il trasferimento straordinario, una tantum, in favore dei Comuni dell’Isola per far fronte ai maggiori costi dei servizi scaturenti dall’applicazione dei vari Dpcm e delibere del presidente della Regione per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e un fondo per sostenere gli studenti fuori sede, per esempio per le spese dei contratti di locazione o per una riduzione nella misura del 20% delle tasse universitarie”.

L’on. Rossana Cannata aggiunge: “In prima linea dall’inizio dell’emergenza sanitaria, il gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia all’Ars si è sin da subito fatto portavoce delle  numerose istanze dei cittadini con l’obiettivo di rendere meno traumatico possibile l’impatto del Coronavirus sulla vita delle famiglie, degli imprenditori e lavoratori”.

Emergenza Covid-19, Rossana Cannata (FdI): “Più posti di terapia intensiva a Siracusa, ipotesi già al vaglio dell’Asp”

Siracusa, 27 marzo 2020 – “I 30 posti letto di terapia intensiva Covid-19 su Siracusa possono essere aumentati e al momento tengono conto del piano Asp provinciale costruito, in particolare, sulle indicazioni dei dati nazionali, cioè con riguardo non solo al dato della popolazione, ma anche della curva epidemiologica sulla scorta delle analisi condotte sulle 4 regioni del Nord (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte) più colpite, dove si sono sviluppati i primi focolai”. Lo spiega Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia che, sul numero di posti letto di terapia intensiva assegnati a Siracusa, ha voluto vederci chiaro. E lo ha fatto confrontandosi con i vertici della Regione e dell’Asp di Siracusa.

“Dando per scontato che tutta la sanità regionale è in rete, compresi i posti dei privati per cui non ci troviamo di fronte a una realtà esclusiva e territoriale, da quanto appreso – continua l’on. Rossana Cannata – i posti letto sono stati individuati dall’Asp in previsione di un picco massimo di contagi e tenendo conto della percentuale di pazienti cosiddetti gravi o critici che potrebbe necessitare della terapia intensiva”.

Non solo. “Quella appena realizzata – precisa la deputata della circoscrizione siracusana – non è una rete fissa ma temporanea e soprattutto variabile, che potrà essere ampliata in base alla curva di contagio quotidianamente monitorata. Non a caso sono già state individuate ulteriori postazioni, laddove il picco dovesse superare i dati delle aspettative, augurandoci comunque che ciò non avvenga”.

Rossana Cannata conclude: “Nonostante ciò, mi sono fatta portavoce, con Regione e Asp di Siracusa, delle preoccupazioni e delle richieste dei cittadini, per un incremento dei posti oltre che del personale sanitario e dei dispositivi di sicurezza, in modo da poter far fronte all’emergenza in provincia di Siracusa. Nel frattempo, ognuno di noi può fare la propria parte rimanendo a casa senza mai smettere di ringraziare tutti i professionisti della sanità che, a vario titolo e livello, stanno incessantemente lavorando per la nostra salute”.

Attivazione di nuovi laboratori per la diagnosi del Covid-19: c’è anche l’Umberto I di Siracusa

Interpellanza di Rossana Cannata (FdI): “Estendere i tamponi alle Forze dell’ordine e a tutte le categorie a rischio”

Siracusa, 25 marzo 2020 – La Regione autorizza l’attivazione di un laboratorio all’ospedale Umberto I di Siracusa per le procedure diagnostiche di Covid-19, aggiungendosi ai laboratori “satelliti” che si avviano ad affiancare le strutture centrali di Palermo e Catania, assieme ai laboratori privati accreditati secondo le procedure dell’avviso del 23 marzo pubblicato dal Dipartimento regionale per le attività sanitarie. Lo rende noto Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia che, sulla scorta di questo incremento delle strutture individuate ad effettuare tamponi, ha predisposto un’interpellanza per sostenere la possibilità di  “estendere l’esecuzione dei tamponi rino – faringei alle Forze dell’ordine e a tutte le categorie a rischio più a contatto con il pubblico”.

I fatti parlano chiaro: “L’attività di sicurezza e controllo del territorio svolta dalle Forze dell’ordine, nonché l’attività del personale della protezione civile e dei volontari, il proseguo di numerose attività (si pensi ai dipendenti di supermercati, autisti di autobus, farmacisti, assistenti nelle case di riposo, solo per citarne alcuni), espongono ancora un numero elevato di persone ad avere contatti con il pubblico e quindi ad essere potenzialmente a rischio contagio”.

“Credo che in un momento così delicato – spiega la deputata della circoscrizione siracusana – sia fondamentale identificare precocemente le eventuali positività in operatori asintomatici per ridurre quanto più possibile, di conseguenza, il numero di nuovi contagi. E ciò può passare anche e soprattutto da un attento screening effettuato prioritariamente sulle Forze dell’ordine, nonché su tutte le “categorie a rischio” che, in ottemperanza al Dpcm del 22 marzo 2020, continuano a svolgere la loro attività lavorativa più a contatto con il pubblico e, con il loro contributo, permettono al nostro Paese di andare avanti in questa drammatica fase che stiamo vivendo”.

Emergenza Covid-19, Rossana Cannata (FdI): “Più posti di terapia intensiva a Siracusa, ipotesi già al vaglio dell’Asp”

Siracusa, 27 marzo 2020 – “I 30 posti letto di terapia intensiva Covid-19 su Siracusa possono essere aumentati e al momento tengono conto del piano Asp provinciale costruito, in particolare, sulle indicazioni dei dati nazionali, cioè con riguardo non solo al dato della popolazione, ma anche della curva epidemiologica sulla scorta delle analisi condotte sulle 4 regioni del Nord (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte) più colpite, dove si sono sviluppati i primi focolai”. Lo spiega Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia che, sul numero di posti letto di terapia intensiva assegnati a Siracusa, ha voluto vederci chiaro. E lo ha fatto confrontandosi con i vertici della Regione e dell’Asp di Siracusa.

“Dando per scontato che tutta la sanità regionale è in rete, compresi i posti dei privati per cui non ci troviamo di fronte a una realtà esclusiva e territoriale, da quanto appreso – continua l’on. Rossana Cannata – i posti letto sono stati individuati dall’Asp in previsione di un picco massimo di contagi e tenendo conto della percentuale di pazienti cosiddetti gravi o critici che potrebbe necessitare della terapia intensiva”.

Non solo. “Quella appena realizzata – precisa la deputata della circoscrizione siracusana – non è una rete fissa ma temporanea e soprattutto variabile, che potrà essere ampliata in base alla curva di contagio quotidianamente monitorata. Non a caso sono già state individuate ulteriori postazioni, laddove il picco dovesse superare i dati delle aspettative, augurandoci comunque che ciò non avvenga”.

Rossana Cannata conclude: “Nonostante ciò, mi sono fatta portavoce, con Regione e Asp di Siracusa, delle preoccupazioni e delle richieste dei cittadini, per un incremento dei posti oltre che del personale sanitario e dei dispositivi di sicurezza, in modo da poter far fronte all’emergenza in provincia di Siracusa. Nel frattempo, ognuno di noi può fare la propria parte rimanendo a casa senza mai smettere di ringraziare tutti i professionisti della sanità che, a vario titolo e livello, stanno incessantemente lavorando per la nostra salute”.

Emergenza Coronavirus, dalla Regione oltre 150 mila euro per la sanificazione dei Comuni del Siracusano

Rossana Cannata (FdI): “Un importante aiuto per il contrasto al Covid-19”

Siracusa, 22 marzo 2020 – Emergenza Coronavirus, dalla Regione oltre 150 mila euro per la sanificazione di tutti i Comuni della provincia di Siracusa. Lo annuncia la deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, la quale spiega: “In attuazione all’articolo 2 dell’ordinanza regionale n. 6 del 19 marzo scorso, la Regione partecipa, con un contributo proporzionato al numero di abitanti, alle spese per la sanificazione delle strade, dei centri abitati, degli uffici pubblici e degli edifici scolastici di tutti i Comuni dell’Isola. Nello specifico, alla provincia di Siracusa vanno 153.377,62 euro così distribuiti: Augusta 13.631,36 euro; Avola 11.862,84; Buccheri 1.000; Buscemi 1.000; Canicattini Bagni 2.634,54; Carlentini 6.699,02; Cassaro 1.000; Ferla 1.000; Floridia 8.612,70; Francofonte 4.732,14; Lentini 8.778,38; Melilli 5.172,18; Noto 9.192,96; Pachino 8.414,72; Palazzolo Acreide 3.256,22; Rosolini 8.055,24; Siracusa 46.044,98; Solarino 3.076,86; Sortino 3.224,68; Portopalo di Capo Passero 1.496,06 e Priolo Gargallo 4.492,74 euro. I Comuni dovranno avanzare istanza tramite mail da indirizzare in apposita casella alla Protezione civile”.

L’on. Rossana Cannata commenta: “Si tratta di un’utile azione di attenzione a sostegno dei Comuni, in questo momento impegnati in prima linea nell’azione di contenimento dell’epidemia Covid-19 con importanti misure igienico-sanitarie”.

Rossana Cannata (FdI): “Coronavirus, in piena attività la macchina della sanità siracusana”

Siracusa, 14 marzo 2020 – Emergenza Coronavirus, in piena attività la macchina della sanità siracusana. Lo assicura Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia, la quale spiega: “Per far fronte a un eventuale, futuro picco dei contagi, si sta procedendo alla ramificazione di una rete dedicata al Covid- 19, così come disposto dall’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza e dal governo Musumeci”. Reclutamento di personale, nonché incremento di attrezzature e posti letto, i principali interventi previsti in provincia. La deputata della circoscrizione siracusana aggiunge: “Sono in continuo aggiornamento con la direzione dell’Asp di Siracusa e con l’assessore Razza per seguire il potenziamento e ovviare alle criticità emergenziali. Saranno implementati i posti di rianimazione presenti nei presidi ospedalieri di Avola, Lentini e Siracusa. In quest’ultimo, inoltre, avanzano gli interventi, come la destinazione di attrezzature, personale e logistica, per la predisposizione del padiglione distaccato, interamente dedicato ai pazienti Covid. Mentre nei locali in disuso dei presidi di Augusta e di Noto si sta procedendo ad individuare dei Covid center destinati a due diverse tipologie di pazienti: con sintomatologia meno acuta oppure più critica e che di conseguenza necessitano di assistenza con ventilatore e monitor.  Ovviamente – continua l’on. Rossana Cannata – per permettere il pieno funzionamento di tutte le strutture e i presidi, si sta provvedendo a reperire le strumentazioni oltre che al reclutamento di personale sanitario tramite un avviso straordinario”.

“Si tratta di un rafforzamento e di una pianificazione di tutte le risorse della provincia – dice la deputata Rossana Cannata – che permetteranno di fronteggiare l’emergenza sanitaria in tutta la provincia: a Sud con i presidi di Avola e Noto, al centro con il presidio Umberto I e il padiglione dedicato, e al Nord con l’ospedale Lentini e quello di Augusta”. L’on. Rossana Cannata conclude: “Intendo esprimere il mio plauso nei confronti dell’assessorato regionale della Salute e di tutto il governo che ha, tra l’altro, disposto una nuova stretta per contenere il contagio nell’Isola. Il mio ringraziamento va anche al management dell’Asp e chiaramente a tutti i medici, al personale infermieristico e operatori sanitari per il loro preziosissimo lavoro”.

Sopralluogo con l’assessore Falcone sulla Siracusa-Gela e sulla Sp 19 Noto-Pachino

Rossana Cannata (FdI): “I lavori procedono come da cronoprogramma”

Siracusa, 11 marzo 2020 – “Procedono come da cronoprogramma i lavori nei lotti 6, 7 e 8 dell’autostrada Siracusa-Gela con la previsione di terminare gli interventi del primo lotto il 31 agosto e con l’impegno di procedere, ancora prima, all’apertura dello svincolo di Rosolini”. Lo annuncia Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia, che stamattina ha effettuato un sopralluogo sul tratto autostradale in questione insieme con l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. “I lavori – aggiunge la deputata della circoscrizione siracusana – vanno avanti con la posa dell’asfalto e le prove di carico che porteranno a breve e terminati gli impianti di illuminazione e le barriere, al collaudo definitivo e di conseguenza al completamento di questo tratto dell’opera”. Ma stamattina l’on. Rossana Cannata ha partecipato anche al sopralluogo dell’assessore Falcone sulla Sp19 Noto-Pachino “dove tutto procede – spiega – secondo quanto stabilito durante il tavolo prefettizio dello scorso 2 marzo a Ragusa. Abbiamo infatti potuto constatare – rileva la componente della commissione regionale Attività produttive – il mantenimento degli impegni presi dal Cas e dalla ditta che sta eseguendo i lavori. Ciò vuol dire che sono stati collocati i corpi illuminanti per rendere più agevole e sicuro il passaggio dei mezzi autorizzati il cui transito è garantito da un operaio del cantiere durante gli orari di attività e, dalle 16 alle 7, da una guardia giurata armata. Gli interventi – conclude l’on. Rossana Cannata – procedono insomma senza alcun ritardo o imprevisto in modo che entro Pasqua possa essere garantito il passaggio di tutti i mezzi a senso alternato”.

Aggressioni agli operatori sanitari, mozione di Fratelli d’Italia

L’on. Rossana Cannata: “Sicurezza dei professionisti non più rinviabile”

Siracusa, 20 febbraio 2020 – Fratelli d’Italia dalla parte degli operatori sanitari, spesso vittime di attacchi fisici e verbali. In seguito all’aggressione di qualche giorno fa, subìta da due operatori sanitari del 118 a Siracusa, di quella alla guardia medica di Augusta o dello stupro del medico donna durante il suo turno di guardia a Trecastagni, solo per citarne alcuni, Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia, rende noto che il gruppo parlamentare all’Ars ha presentato una mozione su misure di prevenzione e di deterrenza di tale fenomeno che riguarda professionisti di presidi di continuità assistenziale, di pronto soccorso ospedalieri e di 118 delle diverse province siciliane ma non solo. Una risposta alle tante voci che si sono sollevate contro questo fenomeno spesso al femminile e un’iniziativa in linea con quelle avviate dal partito a livello nazionale. Si è infatti tenuta ieri, nella sala Caduti di Nassirya in piazza Madama, a Roma, la conferenza stampa di Fratelli d’Italia su “Contrasto alla violenza sui camici bianchi – Misure a supporto, dal Parlamento alle Regioni”. Il partito, per esempio, come spiegato dalla leader Giorgia Meloni, lavora da tempo sia in Parlamento per attribuire lo status di pubblico ufficiale a medici e infermieri in servizio, sia nelle Regioni per introdurre una serie di misure di prevenzione e sicurezza, come le telecamere e il collegamento con le forze dell’ordine.”In questo contesto – spiega la deputata regionale della circoscrizione siracusana – si inserisce la mozione del gruppo di Fratelli d’Italia all’Ars – che impegna il governo della Regione siciliana a porre in essere tutti gli atti necessari a garantire l’installazione di sistemi di videosorveglianza e geolocalizzazione collegati con le centrali delle forze dell’ordine, a tutela degli operatori sanitari, in particolar modo nelle sedi isolate. A voler valutare la possibilità di stipulare un apposito protocollo per garantire, in tutte le sedi della continuità assistenziale dell’Isola, la sicurezza del personale, sul modello del protocollo Asur vigente nelle Marche e richiedere al Governo nazionale una rapida formulazione e applicazione delle norme previste per i pubblici ufficiali in caso di aggressioni e minacce a operatori medici di continuità assistenziale e 118″. La componente della commissione regionale alle Attività produttive continua: “Sono certa che il governo Musumeci sarà al nostro fianco in questa battaglia come, tra l’altro, ha già dimostrato tramite una misura antiaggressione prevista all’interno del bando pubblicato recentemente e concertata da Davide Croce, presidente del Cda della Seus, con l’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza, con l’obiettivo di dotare le 200 nuove ambulanze della Seus di telecamere. Un importante intervento – conclude l’on. Rossana Cannata – per scoraggiare un fenomeno purtroppo dilagante e preoccupante a cui adesso devono fare seguito altre azioni, come quelle contenute nella mozione di Fratelli d’Italia, perché la garanzia della sicurezza degli operatori sanitari, che quotidianamente salvano vite umane, non è più rinviabile”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi